Terremoto: Elkann inaugura il cantiere della nuova scuola di Arquata del Tronto

Il presidente di Fca e vice presidente della Fondazione Agnelli John Elkann ha voluto essere presente ad Arquata del Tronto alla cerimonia di avvio dei lavori della nuova Eco-scuola

LaPresse/Settonce Roberto

Il presidente di Fca e vice presidente della Fondazione Agnelli John Elkann ha voluto essere presente ad Arquata del Tronto alla cerimonia di avvio dei lavori della nuova Eco-scuola, che sara’ realizzata nel comune epicentro del sisma di agosto grazie ai fondi raccolti dalla Fondazione La Stampa-Specchio dei Tempi Onlus. Una piccola festa per la comunita’ oggi sfollata lungo la costa, con i bambini che hanno cantato l’Inno di Mameli e l”Inno di Arquata’, scritto dopo il terremoto come promessa di ritorno.

‘La ricostruzione – ha detto Elkann – parte dalla scuola perche’ la scuola e’ dove si costruisce il futuro”. ”Spero di venire quando la scuola ci sara’ – ha aggiunto poi rivolto ai bambini – e voglio farvi i complimenti per quello che avete cantato, un canto molto bello. Questa scuola vuole essere quella di cui avete parlato: rispettera’ la natura”. Accanto a Elkann il presidente della Fondazione Specchio dei Tempi Lodovico Passerin d’Entreves, il commissario per la ricostruzione Vasco Errani, l’assessore regionale alla Protezione civile Angelo Sciapichetti, con il sindaco Aleandro Petrucci e l’infaticabile dirigente scolastica Patrizia Palanca. Il nuovo edificio, che sara’ antisismico e dotato di tutte le migliori tecnologie per il risparmio energetico costera’ circa 2 milioni di euro.

‘Specchio dei Tempi – ha sottolineato Elkann – da tanti anni accompagna La Stampa e da’ la possibilita’ di raccogliere fondi fra i lettori, e non, per iniziative come questa”. Per battezzare il cantiere i bambini hanno infilato nel tronco di un albero un contenitore con una pergamena, a ricordo di una data che vuole segnare un punto di svolta per la rinascita di Arquata.