Terremoto, sindaco di Accumoli: “Io indagato? Non ne so nulla ma ho la coscienza pulita”

Nell'inchiesta della procura di Rieti sul crollo del campanile di Accumoli ci sarebbero sette indagati

LaPresse/Mario Sabatini

“Io mi sento con la coscienza pulita”. Lo afferma all’Adnkronos il sindaco di Accumoli (Rieti) Stefano Petrucci riferendosi all’inchiesta sul crollo del campanile di Accumoli (Rieti) durante il terremoto di agosto. Petrucci, che spiega di non sapere nulla dei risultati dell’inchiesta e di non aver ricevuto al momento nessun avviso di conclusione indagine, conclude: “Vedremo cosa mi contestano“. Nell’inchiesta della procura di Rieti sul crollo ci sarebbero sette indagati.