Trapani: in corso ricerche di un uomo disperso al largo della costa sud di Marsala

Segnalato un disperso in mare al largo della costa Sud di Marsala (Trapani), località Biscione

Sono proseguite fino alla tarda serata di ieri le ricerche aeree dell’uomo disperso in mare caduto da un semicabinato. L’allerta è arrivata alle 19.20 di ieri alla Sala Operativa dell’82° Centro C.S.A.R. (Combat Search and Rescue – Ricerca e Soccorso) di Trapani, avvertiti dal Centro di Coordinamento del Soccorso Aereo di Poggio Renatico (Ferrara) per la Ricerca di un disperso in mare al largo della costa Sud di Marsala (Trapani), località Biscione. L’equipaggio, dopo aver ricevuto le informazioni necessarie, è decollato alle 19.50 a bordo dell’elicottero HH-139A e alle 20 ha raggiunto la zona di Ricerca, dove già operava una motovedetta della Guardia Costiera. “Per garantire la massima efficacia durante la Ricerca nelle ore notturne, le operazioni sono state condotte indossando gli N.V.G. (Night Vision Goggles – Visori Notturni)”, fanno sapere gli operatori. Alle 21.25, “anche grazie all’utilizzo di una speciale termocamera F.L.I.R (Forward Looking InfraRed – Camera ad infrarossi), l’equipaggio dell’82° C.S.A.R. ha individuato la posizione del semicabinato di 5 metri a circa 6 miglia nautiche dalla costa. Con l’ausilio del verricello, è stato calato un aerosoccorritore a bordo dell’imbarcazione che risultava vuota”. L’equipaggio ha comunicato la posizione dell’imbarcazione alla motovedetta della Guardia Costiera per consentire gli accertamenti necessari. L’elicottero ha fatto rientro presso la base di Trapani Birgi alle 22 per effettuare rifornimento e decollare nuovamente per continuare la Ricerca del disperso. L’82° Centro è uno dei reparti del 15° Stormo dell’Aeronautica Militare che garantisce 24 ore su 24, per 365 giorni all’anno, la Ricerca ed il soccorso degli equipaggi di volo in difficoltà, concorrendo, inoltre, ad attività di pubblica utilità quali la Ricerca di dispersi in mare o in montagna, il trasporto sanitario d’urgenza di ammalati in pericolo di vita ed il soccorso di traumatizzati gravi. Dalla sua costituzione ad oggi, gli equipaggi del 15° Stormo hanno salvato circa 7100 persone in pericolo di vita.