Turismo: parte Marche Express, auto social on the road

Prende il via il 22 maggio ad Ascoli Piceno Marche Express, promossa da Regione Marche e Confcommercio, nell'ambito della campagna #viviAMOleMarche

Prende il via il 22 maggio ad Ascoli Piceno Marche Express, avventura on the road a meta’ tra digitale e social promossa da Regione Marche e Confcommercio, nell’ambito della campagna #viviAMOleMarche. Una regione poco conosciuta dalle grandissime potenzialita’ ‘esperienziali’. L’obiettivo quindi e’ di far conoscere “non solo le bellezze delle Marche ma tutte le esperienze che il territorio puo’ offrire” ha detto il direttore di Confcommercio Marche Massimiliano Polacco. Per un mese e mezzo, fino al 12 luglio, un’auto rosso bordeaux con i loghi di Regione e Confcommercio e vari hashtag girera’ da nord a sud, dall’entroterra alla costa e ritorno.

A bordo si alterneranno 16 tra i migliori blogger e instagramer italiani, tra i piu’ seguiti in rete, affiancati da local manager locali, che li guideranno alla scoperta dei segreti e delle curiosita’ delle zone visitate. Tra loro Valeria Moschet (turista.info), Vatinee Suvimol (ifood.it), Elisabetta Ferrari (community manager Cosmopolitan.it), Chiara Assi (turistipercaso.it), fotografi e giornalisti. Sara’ un’auto social, dotata di due action camera Go-Pro che riprenderanno il viaggio live: 15 le tappe, da Ascoli Piceno a Urbino, passando per Fermo, i Sibillini, il Maceratese, Loreto e la Riviera del Conero, Ancona, la Vallesina e le Grotte di Frasassi, Fonte Avellana, la Gola del Furlo, Gradara, Pesaro e il San Bartolo, San Benedetto del Tronto. Per ogni tappa saranno prodotte delle pillole video che verranno rilanciate on line sui social media e sui siti della Regione Marche, in una pagina dedicata a Marche Express.

“Questo progetto e le nuove tecnologie ci aiutano a promuovere le molteplici emozioni che il nostro territorio puo’ suscitare nel visitatore – ha detto l’assessore regionale a Turismo e Cultura Moreno Pieroni -. Aiutati dalla tecnologia e dai migliori professionisti attivi sul web nella promozione e comunicazione turistica, vogliamo far crescere l’attrattivita’, spesso sottovalutata delle nostre tradizioni, borghi, mestieri, paesaggi”. L’obiettivo e’ rilanciare il turismo nelle Marche, andando oltre il dramma del terremoto, senza nascondere le ferite provocate dal sisma (molte tappe attraversano le zone interessate), la cercando di dare “un’immagine positiva” della regione e della sua voglia di ripartire. Pieroni ha osservato che i primi segnali sono buoni, in particolare le prenotazioni per il ponte del 2 Giugno, “significa che le iniziative promozionali che abbiamo lanciato dopo la Bit stanno dando risultati”.

E la Regione si prepara a dare ossigeno al settore: “abbiamo sbloccato 4 milioni di euro del Por-Fesr – ha annunciato l’assessore -. E a giugno sara’ pubblicato un bando da 1,9 milioni di euro per interventi di miglioramento delle strutture ricettive”.