Vaccini, Gentiloni: via libera al decreto, “chi non si vaccina non potrà iscriversi a scuola”

Il decreto sui Vaccini "è una scelta importate che qualifica il governo nel campo della protezione della salute"

Via libera del Consiglio dei ministri al decreto che introduce l’obbligatorietà delle vaccinazioni per l’accesso alla scuola. Il Consiglio dei ministri ha approvato il decreto legge ‘Disposizioni urgenti in materia di prevenzione vaccinale’, proposto dal ministro della Salute, Beatrice Lorenzin.

“L’evasione dell’obbligo dei Vaccini comporterà l’impossibilità di iscriversi alle scuole che vanno dai 0 ai 6 anni”. Così il premier Paolo Gentiloni in conferenza stampa a palazzo. “Si era creata una differenza tra vaccini obbligatori e raccomandati, abbiamo sentito l’esigenza di rafforzare il numero di quelli che devono essere obbligatori”. Anche “morbillo e meningite diventeranno obbligatori”.

Il decreto sui Vaccini “è una scelta importate che qualifica il governo nel campo della protezione della salute”. “Operiamo con decreto perché ci sono state alcune decisioni delle Regioni, e su questo punto il Governo sente l’esigenza e il dovere di dare un indirizzo”.

I Vaccini saranno obbligatori da 0 a 6 anni nelle scuole e le famiglie che non rispetteranno questo obbligo incorreranno a sanzioni “dalle 10 alle 30 volte maggiori di quelle già esistenti”.