Amarene: dolci, versatili e ricche di virtù benefiche

Appartenenti alla famiglia delle Rosacee, le amarene sono ricche di virtù benefiche. Ecco quali e come utilizzarle in cucina

Le amarene sono i frutti del Prunus cerasus, appartenente alla famiglia delle Rosacee. Preziose alleate della nostra salute, costituite per l’86% da acqua, sono diuretiche, depurative per l’intero organismo, antiossidanti, proteggendo polmoni, colon, seno e fegato. Le amarene riducono il colesterolo cattivo nel sangue, aiutano il sistema respiratorio, specie nei casi di asma, prevengono la gotta.

Contenenti solo 41 calorie per 100 grammi, riducono i dolori muscolari, attenuano i crampi, le fermentazioni intestinali, ma anche artrite, calcoli e disturbi renali. I frutti rilassano il sistema nervoso, migliorano ansia e umore, conciliano il sonno, contrastano la cellulite, il ristagno dei liquidi a livello tissutale, hanno proprietà lassative, contrastando la stipsi, rafforzano la vista al buoio.

AMARENE 2017 1Le amarene, inoltre, sono un toccasana per la pelle, stimolando la produzione di collagene a livello del derma e rafforzano il sistema imunitario. Come consumarle? Fresche, in macedonie, o in marmellate, sciroppi, liquori. Con i noccioli si preparata il famoso Maraschino.