Incendi: operativa dal 1 Luglio la convenzione Regioni-Vigili del Fuoco

Operativa dal primo luglio la Convenzione Regione-Vigili del Fuoco per la lotta agli incendi boschivi. I Vigili hanno ereditato i compiti del soppresso Corpo Forestale dello Stato

Operativa dal primo luglio la Convenzione Regione-Vigili del Fuoco per la lotta agli incendi boschivi. I Vigili hanno ereditato i compiti del soppresso Corpo Forestale dello Stato. Le modalità sono state illustrate dal sottosegretario alla Giunta Regionale Mario Mazzocca e dal Direttore del Dipartimento Opere Pubbliche, Ambiente e Protezione Civile Emidio Primavera. “Con il Dl 177 e la norma che ha soppresso il Corpo Forestale dello Stato e l’assorbimento nell’Arma dei Carabinieri – hanno spiegato Mazzocca e Primavera – non potremo più avere dal punto di vista regionale una convenzione per lo spegnimento degli incendi boschivi anche con il Cfs, oltre che con i vigili del fuoco. Quest’anno invece ci saranno solo i vigili del fuoco a cui abbiamo chiesto di supplire anche per la parte mancante del Cfs, ma non sara’ facile perche’ con i mezzi (due elicotteri) e le risorse umane a disposizione non riescono a supplire a questa mancanza. Abbiamo comunque gia’ finito di stilare la Convenzione, operativa dal 1 luglio, che – hanno spiegato Mazzocca e Primavera – prevede l’attività degli anni scorsi, anche con la fornitura di Dos (Direttore delle operazioni di spegnimento)”.

Sulla contrazione dei fondi a disposizione Mazzocca ha aggiunto: “E’ un problema crediamo Comune a tutte le Regioni e che vede anche quest’anno una diminuzione di fondi a disposizione. Per questa estate avremo circa 600mila euro. Abbiamo anche dovuto trovare fondi da altri capitoli di spesa che abbiamo trasferito sull’antincendio boschivo perché era urgente farlo. Di questi fondi, 460mila euro andranno a coprire la Convenzione con i vigili del fuoco. Parliamo di fondi che obiettivamente – ha concluso – non possono bastare”.