Syngenta Photography Award: a Bologna una mostra fotografica per riflettere sul futuro del nostro pianeta

Il Syngenta Photography Award è il contest internazionale ideato nel 2012 da Syngenta con l’obiettivo di favorire il confronto su tematiche globali importanti

Syngenta Photography Award: Open Competition Caption: Garden of Earthly Delights Category: General Category Photographer: Eric Tomberlin Email: etomberl@unca.edu Address: 103 Bartlett Rd., Weaverville, NC, 28787, United States of America Telephone: 828-505-6179 Location: Issaquah, WA, USA Year taken: 2010

Dopo essere stata esposta a Londra presso la prestigiosa Somerset House dal 9 al 28 marzo, arriva a Bologna la mostra fotografica itinerante “Grow/Conserve”, che vede protagoniste le immagini vincitrici dell’ultima edizione del Syngenta Photography Award, il contest internazionale ideato nel 2012 da Syngenta con l’obiettivo di favorire il confronto su tematiche globali importanti e creare una piattaforma che esplori questioni di rilevanza mondiale attraverso la potenza delle immagini.

Dopo la cerimonia di premiazione dei vincitori del contest e la successiva esposizione londinese, l’Italia è stata scelta come primo Paese ospitante della mostra itinerante: le immagini di maggiore impatto del Syngenta Photography Award, infatti, sono state in mostra all’interno del Savoia Hotel Regency durante i lavori del G7 Ambiente, tenutosi a Bologna dall’11 al 12 giugno scorsi, e sempre nel capoluogo emiliano saranno esposte al pubblico gratuitamente dal 22 giugno al 14 settembre presso Casa Saraceni, per la cui concessione degli spazi si ringrazia la Fondazione Cassa di Risparmio in Bologna.

L’esposizione intende in questo modo portare avanti idealmente i temi ispiratori del G7 Ambiente e contribuire a mantenere viva la sensibilità dei visitatori rispetto a queste tematiche così rilevanti per il futuro della popolazione mondiale, testimoniando l’impegno e la necessità di una crescita sostenibile del Pianeta.

La terza edizione del contest fotografico, aperto a fotografi professionisti e amatoriali, è dedicata al dualismo “Grow/Conserve”, ossia la contrapposizione fra crescita e conservazione delle risorse, tema esplorato in modo unico e personale attraverso gli scatti dei partecipanti. Tutte le fotografie esposte, infatti, hanno la capacità di descrivere alla perfezione la grande sfida di far coesistere sviluppo e uso sostenibile delle risorse secondo differenti punti di vista e ambiti: vivibilità delle città, salute e benessere, sviluppo sostenibile, conflitti e cambiamenti climatici, sicurezza alimentare, cultura e comunità, ripensamento dell’uso delle risorse, urbanizzazione e difesa delle aree destinate alle attività agricole.

Abbiamo scelto l’Italia e Bologna per la prima tappa della mostra itinerante “Grow/Conserve” – sottolinea Luigi Radaelli, AD di Syngenta Italianon solo perché abbiamo avuto il grande onore di partecipare con l’esposizione al G7 Ambiente, ma anche in segno di vicinanza nei confronti di un territorio al quale siamo molto legati. Dal 2014 abbiamo infatti acquisito la proprietà, insieme a Fondazione Carisbo, di PSB – Società Produttori Sementi, storica azienda sementiera bolognese il cui avanzatissimo centro di ricerca rappresenta oggi un motivo d’orgoglio per Syngenta. Ci auguriamo che la mostra possa rappresentare in questi mesi un’attrattiva in più –conclude Radaelli – per una città ricchissima di bellezze artistiche e culturali”.

Il Syngenta Photography Award torna quindi in Italia dopo il grande successo di pubblico della precedente edizione, dedicata alla contrapposizione “Scarcity/Waste” fra spreco e scarsità di risorse, che ha girato il mondo per due anni ed è stata esposta in alcune delle più prestigiose location internazionali. Nel nostro Paese, la mostra ha fatto tappa in tre occasioni: nel 2015 a Milano, in piazza Gae Aulenti, durante il semestre di Expo, nel 2016 al Museo Civico Ala Ponzone di Cremona e, infine, fra gennaio e febbraio 2017 presso Eataly Roma Ostiense.

Yan Wang – Primo premio per l’edizione Grow/Conserve

La vincitrice della categoria Professional Commission è l’artista e fotografa sino-britannica Yan Wang Preston.

Yan Wang Preston è stata scelta da una giuria internazionale presieduta dallo scrittore e fotografo William A. Ewing. In risposta al tema di quest’anno “Crescere/Conservare”, il suo progetto a lungo termine denominato “Forest” approfondisce il rapporto tra urbanizzazione e natura, in particolare in relazione alle foreste urbane della Cina. I conflitti tra la rapida crescita delle nostre città e la protezione degli ecosistemi esistenti è una tematica centrale del progetto. Preston si è aggiudicata un premio in contanti pari a 15.000 dollari e fino a 25.000 dollari per realizzare il proprio progetto. La commissione le permetterà di ampliare e completare il progetto che interessa in particolare le attività silvicole nella Cina continentale.

Il vincitore dell’Open Competitition è invece il fotografo irlandese di Dublino Kenneth O’Halloran.