Caldo: picchi 41 gradi in Sardegna e bollino rosso incendi

Picchi oltre i 41 gradi nella piana di Macchiareddu e anche a Carbonia, con svariate stazioni meteo che hanno segnalato massime tra i 39 e i 40 gradi in gran parte della Sardegna

Picchi oltre i 41 gradi nella piana di Macchiareddu e anche a Carbonia, con svariate stazioni meteo che hanno segnalato massime tra i 39 e i 40 gradi in gran parte della Sardegna. Prosegue il grande caldo nell’Isola, e con esso anche l’allerta massima per gli incendi: la Protezione civile ha emesso per domani un nuovo bollettino con zone rosse nel Campidano, in Gallura e in Ogliastra, dove gli eventuali roghi potrebbero diventare pericolosi per via del vento.

“C’e’ stato un flusso di maestrale che ha spostato il caldo dal centro al sud dell’Isola – spiega il maresciallo Andrea De Sario, di turno all’Ufficio Meteo dell’Aeronautica militare nella base di Decimomannu – questo ha portato le temperature a superare i 40 gradi in varie zone tra il Medio Campidano e il Cagliaritano”.

Sul fronte incendi, la Protezione civile segnala per domani condizioni tali da “consentire alle fiamme di propagarsi rapidamente, raggiungendo grandi dimensioni. La Sardegna – precisa il responsabile della struttura regionale Graziano Nudda – e‘ divisa praticamente in due: per meta’ rossa, a rischio estremo di incendi, e per meta’ arancione, ad alto rischio. Il preallarme e’ stato lanciato perche’ domani si registrera’ l’inizio dell’attivita’ del maestrale, anche forte nel nord est e in Gallura, e per la bassissima umidita’. L’attenzione e’ massima – conferma – Da stasera tutti e tre i Canadair torneranno in Sardegna, dopo essere stati usati in questi giorni nella Penisola nelle zone piu’ colpite dagli incendi”.