Emergenza incendi in Sardegna: 400 evacuati a Budoni

Sono state evacuate 400 persone in Sardegna a causa dell'incendio divampato questo pomeriggio dalla frazione di Berruiles

Sono state evacuate 400 persone in Sardegna a causa dell’incendio divampato questo pomeriggio dalla frazione di Berruiles, vicino a Budoni nella provicia di Olbia-Tempio. Operazioni di spegnimento complicate anche ad Alà dei Sardi dove il vasto incendio divampato è alimentato da un forte vento di maestrale. Sul luogo sono al lavoro da ore squadre dei vigili del fuoco di Sassari, Ozieri e Olbia. E questo pomeriggio l’assessore della Difesa dell’Ambiente, Donatella Spano, ha convocato il Comitato operativo regionale, organismo previsto dal Piano regionale antincendi per il coordinamento strategico delle attività in situazioni di emergenza.

Dalla Sala Operativa regionale della Protezione civile, l’assessore segue gli interventi della macchina antincendio insieme al direttore generale della Protezione civile, Graziano Nudda, al comandante del Corpo Forestale, Gavino Diana, al direttore regionale del Corpo dei Vigili del Fuoco, Massimiliano Gaddini. I roghi interessano diverse e vaste zone della Gallura (San Teodoro, Budoni, Padru), Arzana, Alà dei Sardi e Seulo. Il forte vento di maestrale sta rendendo difficoltose le operazioni di spegnimento. Stanno intervenendo i Canadair, elicotteri e il super Puma, insieme alle squadre del Corpo forestale, dei Vigili del Fuoco, di Forestas, ai volontari della Protezione civile e ai barracelli.

Si complicano le operazioni di spegnimento del fuoco ad Ala’ dei Sardi tanto che, in un primo momento, si e’ parlato anche di incendio incontrollabile. La raffiche di maestrale, il caldo e le difficolta’ di agire in una zona impervia stanno rendendo gli interventi difficili e rischiosi per tutte le forze in campo. Sul posto stanno operando da ore squadre dei vigili del fuoco di Sassari, Ozieri e Olbia. Purtroppo nel tardo pomeriggio le fiamme si sono estese a raggera rendendo meno incisiva l’efficacia dei lanci d’acqua da parte dei Canadair e degli elicotteri. Il fuoco si muove verso Padru e le sue frazioni, mandando in fumo ettari di pregiati boschi, patrimonio di ingente valore naturalistico.

“La situazione e’ molto difficile – conferma Graziano Nudda, capo della Protezione civile regionale – a causa del forte vento che soffia alla velocita’ di 20 nodi e che non accenna a placarsi. Ha operato anche il Super Puma, il mezzo aereo capace di scaricare 4500 litri di acqua ad ogni lancio”. Gli altri mezzi sono stati dirottati sull’incendio di Berruiles, nella zona turistica di San Teodoro attualmente popolata da circa 80 mila persone. Qui sono state evacuate circa un centinaio di persone nelle frazioni di Luddui’, Birgalavo’ e Berruiles. Con il calare del sole i mezzi aerei dovranno fermarsi e l’emergenza non cessera’ perche’, secondo le previsioni, il vento non diminuira’ la sua forza e domani sara’ una nuova giornata di bollino rosso per la Gallura.