Caldo senza precedenti in Sicilia: con +46,4°C Siracusa batte un doppio record storico

Super caldo, giornata di di fuoco in Sicilia: a Siracusa sono stati superati i +46°C, temperatura senza precedenti storici. Stabilito il nuovo massimo termico europeo del 2017

Caldo – Quella di oggi probabilmente è stata una delle giornate più “roventi” di tutto il 2017, almeno per la Sicilia, che ha sperimentato temperature massime davvero ragguardevoli che si sono spinte fino ad oltre la soglia dei +44°C +45°C all’ombra, con picchi di ben +46°C fra il siracusano e il catanese. L’aria rovente proveniente dai deserti sabbiosi algerini ha raggiunto la Sicilia, arroventando l’atmosfera e facendo schizzare i termometri su valori di oltre i +40°C +41°C all’ombra già al mattino in molte aree dell’isola, per quella che poi si è rilevata una delle giornate più calde dell’intera estate 2017. Le temperature più elevate, come previsto, si sono registrate proprio sulle aree dell’entroterra catanese, siracusano ed ennese, dove grazie all’insorgere dei bollenti venti da O-SO la colonnina di mercurio è riuscita a sfondare la fatidica soglia dei +45°C all’ombra, con picchi fino a +46°C.

02Chi conosce le particolarità del microclima siciliano sa benissimo che in queste situazioni le aree attorno la piana di Catania si trasforma in un vero forno, “arroventato” dall’azione incessante dell’insolazione che surriscalda notevolmente il terreno. Fra le stazioni della rete regionale, quelle del SIAS, spiccano i +46,4°C all’ombra archiviati in una stazione meteorologica poco distante dal centro di Siracusa, particolarmente esposta ai “roventi” venti di caduta dai monti Iblei. Ma sono notevolissimi pure i +45,3°C come massima oraria toccati nel centro cittadino a Siracusa. Un valore che va addirittura ad abbattere il precedente record assoluto di caldo che era di +44,8°C all’ombra.

12 luglio 2017 sud italiaSiracusa è la “Regina” del Caldo europeo in questo 2017: già ieri aveva superato i +43°C, mentre il 29 giugno scorso era arrivata a +44,5°C. Tre giorni con temperatura massima superiore ai +43°C nel giro di due settimane sono rarissimi, dopotutto oggi abbiamo avuto isoterme fino a +28°C ad 850hPa sulla Sicilia (vedi mappa accanto), che spiegano proprio l’eccezionalità del caldo di oggi.

previsioni meteo caldoMa oltre Siracusa, anche fra ennese e catanese diverse località, fra le quali le già note Catenanuova e Paternò, hanno oltrepassato il muro dei +45°C, mentre ancora più diffusi sono stati gli over +43°C +44°C all’ombra. I dati specifici sono di +45,9°C a Paternò, +45,7°C a Marianopoli, +45,6°C a Catenanuova. La temperatura massima di Siracusa rappresenta un valore davvero elevatissimo che riesce addirittura ad oltrepassare le temperature massime registrate nel sud della Spagna e nella Grecia meridionale nelle scorse settimane, durante le due ultime e intense ondata di calore che hanno caratterizzato il mese di giugno su tutto il bacino del Mediterraneo. Ecco perchè è un record doppio!

Allarme caldo e incendi al Sud Italia mercoledì 12 luglio 2017In questo momento le temperature massime registrate dalle stazioni siracusane sono riuscite, seppure per poco, a superare i valori delle località “rivali” spagnole e greche, stabilendo il nuovo massimo termico europeo (ossia la temperatura massima più alta fino ad ora registrata sul territorio europeo) per il 2017, data anche l’intensità di questa avvezione calda proveniente dal Sahara algerino che si è presentata in Sicilia sotto forma di roventi correnti occidentali al suolo.

caldo temperature heatDall’analisi sinottica odierna si evidenzia come questo promontorio anticiclonico sub-tropicale sia contraddistinto da una “avvezione di spessore” (avvezione d’aria calda che si estende alle quote superiori della troposfera) che sta determinando un ulteriore incremento dei valori di geopotenziale in quota, producendo una estesa fascia di “Subsidenze atmosferiche” (correnti discendenti tipiche nei regimi anticiclonici) che stanno contribuendo a far impennare le temperature su vaste aree del sud, e soprattutto sulla Sicilia. Ma la presenza nei bassi strati di una ventilazione da O-SO e Ovest è risultata determinante nell’arroventare l’aria, permettendo ai termometri di poter raggiungere cifre davvero significative.

CatenanuovapanoramaIn queste situazioni sovente l’avvento nei bassi strati di una ventilazione da SO, O-SO e Ovest tenderà a surriscaldare ulteriormente l’aria, soprattutto sulla Sicilia orientale, per l’effetto “favonico” esercitato dai venti di caduta dai rilievi interni dell’isola. Difatti, dopo aver attraversato tutto l’entroterra isolano, raccogliendo aria molto calda, la ventilazione sud-occidentale tenderà a ridiscendere sulla costa messinese, la piana di Catania, il siracusano e il ragusano, ulteriormente arroventata, a causa anche della “compressione adiabatica” indotta dalla componente discendente costretta a scendere dai rilievi interni isolani verso il mar Ionio.

CatenanuovaTale fattore con l’insorgenza dei venti di terra, che dovrebbero inibire le mitigatrici e più umide brezze di mare dai quadranti orientali, ha contribuito a far schizzare i valori termici oltre il muro dei +43°C +44°C, anche in città come Siracusa, Catania, mentre picchi più isolati di +45°C +46°C all’ombra si sono registrati in alcune località della piana di Catania, come Ramacca, Paternò o Catenanuova, fra siracusano, ennese e catanese.

Il tipico paesaggio della piana di Catania
Il tipico paesaggio della piana di Catania

Difatti quella odierna è stata la giornata più critica, specialmente in Sicilia, sul fronte dell’ondata di calore. L’ulteriore apporto di masse d’aria calde e secche in quota, di tipo sub-tropicale continentale, provenienti dagli “arroventati” deserti dell’Algeria orientale e della Libia occidentale (Fezzan), ha dato una notevole enfasi alla già sopra citata “avvezione di spessore”, che si è già estesa alle quote superiori della troposfera (per questo si definisce di “spessore”).