Il caldo mette a rischio il vino europeo

Svariate le conseguenze del caldo che sta mettendo a rischio il vino europeo: i problemi infatti non riguardano le viti, quanto la ridotta produttività di chi lavora nelle vigne

Svariate le conseguenze del caldo che sta mettendo a rischio il vino europeo: i problemi infatti non riguardano le viti, quanto la ridotta produttività di chi lavora nelle vigne. Conseguenza: una perdita economica. Se le temperature sono troppo alte, il calo di produttività dei lavoratori può arrivare anche fino al 27%. Lo indica uno studio pubblicato sulla rivista Temperature, dal gruppo coordinato da Andreas Flouris, dell’universita’ greca di Thessaly.

I ricercatori hanno studiato gli effetti delle alte temperature sulla produttività di sette lavoratori impegnati nella raccolta delle uve a Cipro, dove spesso si lavora anche con temperature di 36 gradi. E’ stato scoperto che temperature elevate sono correlate a una perdita significativa di produttività, che può arrivare anche fino al 27%. Il problema principale è dovuto agli effetti del caldo sulla salute del lavoratore, soprattutto su metabolismo, pressione del sangue, e sistema cardiovascolare in generale. Questi problemi riducono la produttività di chi lavora nella vigna. Inoltre, quando le temperature sono troppo alte si tende a lavorare anche di meno, fino al 15% in meno rispetto alla norma, a causa di pause irregolari e non pianificate.