Incendi, in Calabria canadair ed elicotteri per spegnere 137 roghi: 50 evacuati, è arrivato anche l’Esercito

Un morto nel cosentino, a San Pietro in Guarano, e l'intervento dell'Esercito nel reggino: la Calabria attanagliata nella morsa degli incendi

Allo stato attuale sono 137 i roghi attivi in Calabria, 98 dei quali divampati oggi. Gli incendi che hanno interessato quasi tutta la regione, creando diversi problemi nel cosentino e nel reggino. A San Pietro in Guarano un uomo di 69 anni è morto tentando di spegnere le fiamme che si avvicinavano al suo terreno, e al momento, oltre alle squadre a terra dei vigili del fuoco e di Calabria verde, stanno lavorando sul posto un elicottero della stessa azienda ed e’ in arrivo un canadair. Nella zona, il capo della Protezione civile regionale Carlo Tansi, ha fatto attivare le associazioni di volontariato di protezione civile che si occupano di anti incendio. Nella stessa zona, una cinquantina di persone sono state fatte allontanare dalle proprie abitazioni a scopo precauzionale. In mattinata tre canadair sono stati impegnati, rispettivamente a San Fili, San Marco Argentano e Papasidero, tutti e tre nel cosentino. Altrettanti elicotteri sono stati impiegati a Sant’Alessio d’Aspromonte, nel reggino, Belmonte e Fagnano Castello, nel cosentino. Per Fagnano e’ stato richiesto un rinforzo delle squadra a terra e un intervento aereo dal momento che le fiamme hanno ripreso vigore. Tre roghi sono in fase di bonifica.

Nel reggino, oggi, è arrivato anche l’Esercito. Una squadra di 32 uomini del 5° Reggimento Fanteria Brigata meccanizzata “Aosta” è impegnato in queste ore in contrada “Omomorto” nel territorio del comune di Cittanova per coadiuvare le quadre dei Vigili del fuoco e di Calabria Verde che stanno operando per lo spegnimento delle fiamme che si estendono su un vasto fronte. Dal cielo opera anche un elicottero antincendi. Molti altri roghi vengono segnalati in diversi zone della provincia, sia sul versante tirrenico che su quello ionico. Dal primo pomeriggio un Canadair sta operando in localita’ Acquaro di Cosoleto a sostegno degli uomini a terra per isolare un fronte che sta distruggendo un’area di macchia mediterranea. Risulta completato lo spegnimento di un altro incendio che ha interessato un’area boschiva tra Sant’Alessio d’Aspromonte e Gambarie, e quello che tra la serata di ieri e stamani ha interessato i costoni collinari di contrada Limbone, e contrada Lupardini a Reggio Calabria, dove le fiamme hanno lambito il tratto autostradale presso lo svincolo Reggio-Porto.

Altri interventi si sono resi necessari, poco dopo le 14, sul versante ionico della provincia, nel territorio di Portigliola. L’esercito, unitamente al Nucleo di ricognizione e all’Ente Parco, con il supporto dei Carabinieri Forestali, sta effettuando un sopralluogo per verificare le zone dove si sono riscontrate le maggiori criticità. Tutta l’attività è coordinata dall’unita’ di crisi attivata dal prefetto di Reggio Calabria Michele di Bari.