Incendi, Galletti: presto per valutare i danni sul Vesuvio, massima determinazione per perseguire i piromani

Incendi Vesuvio, Galletti: "Andiamo sul posto per vedere se gli interventi sono adeguati e poi valuteremo i danni successivamente"

LaPresse/Gerardo Cafaro

Per una valutazione dei danni nell’area del parco nazionale del Vesuvio “è presto, ci sono ancora le fiamme, andiamo sul posto proprio per vedere se gli interventi sono adeguati e poi valuteremo i danni successivamente“. Così il ministro dell’Ambiente Gian Luca Galletti, a margine della conferenza stampa sul Giubileo della Luce oggi presso il suo dicastero. Il ministro ha convocato per oggi pomeriggio alle ore 16 una riunione operativa nel comune di Ottaviano, presso la sede del Parco Nazionale del Vesuvio, a cui prenderanno parte Protezione Civile, esponenti e presidente del Parco e i sindaci dei comuni interessati.

La situazione è difficile, per i parchi avevamo già organizzato delle riunioni qui al ministero nei giorni scorsi suddividendoci i compiti per gli interventi e mettendo in campo tutte le forze possibili” ma la “situazione è preoccupante anche per la siccità persistente, a cui si aggiunge la dolosità. Su questo saremo determinati e fermi e perseguiremo i responsabili con la massima determinazione“. “Oggi abbiamo gli strumenti giuridici per farlo, al contrario del passato: con gli ecoreati – ricorda Galletti – abbiamo introdotto la fattispecie del disastro ambientale che comporta una pena detentiva fino a 15 anni. Un reato insopportabile perché fa sparire un patrimonio che è di tutti, il patrimonio naturale che è il maggior patrimonio che abbiamo“.