Incendi, in Sardegna netto miglioramento della situazione grazie al clima più fresco

Dopo le ultime giornate infernali sul fronte Incendi, il caldo e il maestrale hanno regalato una leggera tregua alla Sardegna. In alcuni centri meridionali dell’Isola le temperature oggi hanno raggiunto i 36 gradi, lontane dalle punte di 42 dei gironi scorsi, mentre i venti deboli o localmente moderati hanno soffiato dai quadranti settentrionali con rinforzi sul canale di Sardegna, ma senza le raffiche che ieri, in particolare, hanno consentito agli Incendi – quasi tutti di natura dolosa – di divampare molto rapidamente.

Dopo giorni senza sosta per il servizio antincendio regionale, il bollettino di oggi non ha registrato interventi di rilievo. Lo comunica la Regione Sardegna con una nota, spiegando che i mezzi aerei in mattinata hanno operato nelle azioni di bonifica, insieme agli uomini a terra. Sono state spente rapidamente le fiamme divampate a San Teodoro, unico episodio in una giornata ritenuta tranquilla anche dal punto di vista meteorologico

“Permangono le condizioni di alta pressione – spiega il maresciallo Marco Formicola, in turno all’Ufficio Meteo dell’Aeronautica Militare nella base di Decimomannu – cosi’ come resta anche un campo anticiclonico sulla Sardegna. Ma da stanotte il maestrale cedera’ il passo alle correnti nord-orientali di grecale che soffieranno per i prossimi due giorni. Questo portera’ una lieve diminuzione delle temperature sul versante orientale e un conseguente aumento sul versante occidentale”. Domani sono previsti anche leggeri annuvolamenti e possibili rovesci, sebbene di lieve entita’, sui rilievi dell’Isola. “Questo scenario – prosegue l’esperto – durera’ sino a lunedi’, poi da martedi’ avremo un cambio della circolazione in quota dai quadranti sud-occidentali che porteranno una nuvolosita’ medio-alta con l’arrivo dello Scirocco e le temperature torneranno in graduale aumento”. Una previsione confermata anche dagli esperti del Dipartimento meteo dell’Arpas che per domani prevedono locali addensamenti sul sud Sardegna, “temperature massime in lieve diminuzione sul settore orientale e in lieve aumento su quello occidentale”. Nell’Oristanese potrebbero toccarsi i 35 gradi, mentre su Cagliari si arrivera’ a 33 e a Sassari 32.

L’assessora della Difesa dell’Ambiente, Donatella Spano, ha chiuso in serata il Comitato operativo regionale, organismo nato con il Piano per la lotta al fuoco, con il compito di coordinamento in situazioni di emergenza. L’esponente della Giunta ha fatto il punto sugli Incendi con i componenti del Comitato, il direttore generale della Protezione civile, Graziano Nudda, il comandante del Corpo Forestale, Gavino Diana, il direttore generale dell’Agenzia Forestas, Antonio Casula, il direttore regionale di Vigili del Fuoco, Massimiliano Gaddini. Nel primo pomeriggio il Comitato ha partecipato alla videoconferenza con il Dipartimento di Protezione civile: l’esponente della Giunta ha ringraziato per la disponibilità immediata e per la collaborazione con l’antincendio della Sardegna. I vertici del Dipartimento hanno espresso apprezzamento per come la Regione e tutto il sistema di Protezione civile, compresi i volontari, hanno affrontato giornate difficili, riuscendo a superarle senza caricare il sistema nazionale. Spano ha chiuso, quindi, il Comitato, invitando tutti a non abbassare la guardia.