Incendi, Realacci: “Utilizzabile il nuovo reato di disastro ambientale contro i piromani”

Ermete Realacci, presidente della Commissione Ambiente Territorio e Lavori Pubblici della Camera, commenta l'emergenza incendi che sta colpendo la Penisola

E’ necessario garantire il massimo sostegno a Protezione Civile, Vigili del Fuoco, Forze dell’Ordine e volontari impegnati con generosità nell’azione di controllo e spegnimento degli incendi. A fronte però dell’evidente natura dolosa di molti incendi che hanno colpito il nostro patrimonio naturale, inclusi importanti parchi nazionali come quelli del Vesuvio e del Gargano, è necessario intervenire con la massima determinazione per individuare e colpire i criminali autori di questi delitti“. Così Ermete Realacci, presidente della Commissione Ambiente Territorio e Lavori Pubblici della Camera, sull’emergenza incendi che sta colpendo la Penisola. “Ritengo sia utilizzabile anche il nuovo reato di ‘disastro ambientale’ introdotto con la legge 68/2015 sugli ecoreati. Una legge – sottolinea Realacci – che sono orgoglioso abbia la mia prima firma. A tal fine, chiedo al ministro dell’Ambiente di attivare in forma straordinaria il Nucleo Operativo Ecologico dei Carabinieri perché non restino impuniti questi gravi reati”.