Incendi, sos dal Pollino: “Situazione grave, pochi uomini e mezzi”

Una lettera-appello è stata inviata oggi in relazione al grave fenomeno degli Incendi boschivi che stanno interessando la zona del Pollino

Una lettera-appello è stata inviata oggi da alcuni sindaci del comprensorio del Pollino e dal presidente del Parco al ministro dell’Ambiente, e ad altre istituzioni governative, in relazione al grave fenomeno degli Incendi boschivi. La lettera è firmata, in particolare, dai sindaci di Laino Castello, Laino Borgo, Castelluccio Inferiore, Castelluccio Superiore, Papasidero e Mormanno e dal presidente del Parco, Domenico Pappaterra, riunitisi nella sede dell’ente Parco Nazionale del Pollino a Rotonda (Potenza).

Nella lettera si sottolinea quello che si sta vivendo in diverse località “interessate da Incendi in corso da oltre 48 ore che stanno provocando gravissimi danni al patrimonio forestale oltre a porre a serio rischio la vita di decine di persone che sono state salvate solo grazie allo spirito di abnegazione dei volontari di protezione civile impegnati nell’attuazione del Piano AIB del Parco, oltre che dagli ex agenti del Coro forestale e dei Vigili del Fuoco. La gravita’ della situazione, che non puo’ essere gestita con i mezzi e le forze gia’ in campo – si legge nella missiva – richiede un immediato intervento della flotta aerea per fronteggiare un fronte di fuoco di diversi chilometri quadrati. Tale richiesta, peraltro, e’ stata avanzata con forza gia’ nella giornata di ieri ed e’ rimasta purtroppo inevasa – continua la nota – con tutte le conseguenze che sono facilmente visibili. Se tale situazione dovesse perdurare, gli scriventi declinano ogni responsabilita’ per le conseguenze dell’evento che, si ribadisce, si aggravano di ora in ora”. La lettera si chiude con una richiesta di una visita del ministro dell’Ambiente “sui luoghi del disastro per una piu’ compiuta valutazione della situazione”.