Incendi Vesuvio, Torre del Greco: “Siamo rimasti soli, la situazione è difficile”

''Siamo senza Canadair e se il vento dovesse continuare ad alzarsi, sono convinta che finiremo di nuovo nell'inferno vissuto ieri''

”Siamo senza Canadair e se il vento dovesse continuare ad alzarsi, sono convinta che finiremo di nuovo nell’inferno vissuto ieri”. E’ l’allarme lanciato da Romina Stilo, vicesindaco di Torre del Greco (Napoli), uno dei centri vesuviani piu’ colpiti dagli Incendi. “Al momento sono tre i fronti che preoccupano maggiormente: due sono localizzati nei pressi di Cappella Bianchini, l’altro in localita’ Boccea, sempre a nord della citta’. In queste ore squadre a terra lavorano senza sosta ma sembra che non basti. Alcuni vigili del fuoco provenienti dall’Aquila sono stati richiamati a Napoli per un’altra emergenza – continua Stilo – e noi non riusciamo a fronteggiare adeguatamente il problema Incendi”. Nessun pericolo per l’ospedale ‘Maresca’ che ”non e’ mai stato evacuato ed e’ a debita distanza dal rogo’‘ spiega Stilo. Al momento, unica notizia positiva, non si rende necessaria alcuna evacuazione di case.