Incendio Vesuvio: indaga anche la Procura di Napoli

Sul rogo che sta distruggendo una parte del parco nazionale del Vesuvio anche la Procura di Napoli ha aperto un fascicolo per l'ipotesi di incendio boschivo doloso

Sul rogo che sta distruggendo una parte del parco nazionale del Vesuvio anche la Procura di Napoli, dopo quella di Torre Annunziata, ha aperto un fascicolo per l’ipotesi di incendio boschivo doloso. “Siamo in una fase preliminare, ma tutti fa protendere per la natura dolosa degli Incendi”, spiega il procuratore di Napoli facente funzioni Nunzio Fragliasso che in queste ore e’ in contatto con il collega Alessandro Pennasilico che dirige gli uffici di Torre Annunziata.

Nelle prossime ore un altro fascicolo sara’ aperto anche dalla Procura di Nola in quanto i territori dove si estendono i roghi abbracciato piu’ citta’: Ercolano, Torre del Greco, Boscoreale, Terzigno, e Ottaviano. Della natura dolosa almeno di una parte dei focolai sono convinti anche i vigili del fuoco ma al momento non ci sono relazioni ufficiali in quanto tutti gli sforzi sono concentrati per cercare di domare le fiamme che si estendono per chilometri; solo a roghi spenti si possono cercare punti di innesco o tracce di innesco.

Fonti investigative pero’ escludono del tutto che ad innescare le fiamme possano essere state animali arsi vivi e poi lasciati correre tra le sterpaglie. Nelle prossime ore continueranno le perlustrazioni dall’alto, sia con gli elicotteri, ma anche con i droni che possono scendere piu’ vicini alle fiamme e riprendere da vicino l’andamento degli Incendi.