Incidenti montagna: recuperato il corpo di un’alpinista belga sul Monte Rosa

Il corpo senza vita dell'alpinista belga disperso da sabato sera nel massiccio del Monte Rosa e' stato recuperato dall'elisoccorso e portato al cimitero di Aosta

E’ stato ritrovato morto l’alpinista belga disperso da sabato sera nel massiccio del Monte Rosa. Il corpo dell’uomo, recuperato dall’elisoccorso, è stato portato al cimitero di Aosta. Claude Chaslin, 52 anni, e’ precipitato per centinaia di metri dalla cresta del Lyskamm occidentale (4.481 metri) su un pendio di neve o ghiaccio. Il cadavere era a quota 3.700 metri. Sul posto sono intervenuti il Soccorso alpino valdostano e il Soccorso alpino della guardia di finanza di Cervinia. Era partito sabato mattina per la traversata, ma poi non ha piu’ dato notizie e alla sera il gestore del rifugio Quintino Sella al Felik ha dato l’allarme per il mancato rientro. Le ricerche sono state rese difficili dalle pessime condizioni meteo in quota (vento e nubi). Il corpo e’ stato avvistato soltanto domenica sera, durante un sorvolo.