Inferno in Canada, foreste dell’Ovest in fiamme: 24.000 persone evacuate

Migliaia di persone hanno abbandonato le loro case nell'Ovest del Canada, dove forti venti stanno alimentando gli incendi nelle foreste

Migliaia di persone hanno abbandonato le loro case nell’Ovest del Canada, dove forti venti stanno alimentando gli incendi nelle foreste che da una settimana devastano la provincia della British Columbia. L’avanzare delle fiamme ha spinto le autorità ad adottare nuove misure di emergenza, ordinando l‘evacuazione di 24.000 persone nella regione. Circa il 60% delle persone minacciate dai roghi boschivi hanno già lasciato le loro abitazioni.

Secondo le autorità stimano circa 17.000 persone erano state fatte sgomberare prima del nuovo ordine di evacuazione. La stagione particolarmente secca facilita la diffusione degli incendi in Canada. Secondo Navi Saini, portavoce per la British Columbia, al momento ci sono 161 incendi boschivi attivi. Più a Sud, in California, gli elicotteri ed aerei dei pompieri combattono da oltre una settimana contro le fiamme a loro volta alimentate da forti venti e alte temperature. Domenica gli incendi attivi erano 11 nello Stato americano e le squadre anti-incendio riportavano progressi, con il 36% del grande rogo battezzato Whittier Fire, dichiarato sotto controllo.