Londra, incendio Grenfell Tower: avvelenamente da cianuro per una ragazza sopravvissuta

L'avvelenamento da cianuro è relativamente comune dopo gli incendi in casa

LaPresse/Reuters

Una ragazza sopravvissuta all’incendio divampato nella Grenfell Tower di Londra è stata trattata per avvelenamento da cianuro. Secondo quanto reso noto dalla Bbc, i fogli di dimissione dall’ospedale della 12enne Luana Gomes parlano di effetti del gas altamente tossico che potrebbe essere stato rilasciato dalla plastica dei pannelli di rivestimento bruciata dal fuoco. Anche sua sorella e sua madre sono state ricoverate. La signora Gomes, che era incinta di sette mesi e che ha perso il bambino in seguito all’incendio, è rimasta in stato di incoscienza per 4 giorni, Luana per sei giorni e la sorella Megan è stata tenuta in coma per una settimana. L’avvelenamento da cianuro – si legge ancora sulla Bbc – è relativamente comune dopo gli incendi in casa perché viene utilizzato per la fabbricazione di molte materie plastiche e viene rilasciato quando queste bruciano. “Gli effetti sono davvero rapidi… si potrebbe morire in pochi secondi a seconda del livello di esposizione“, ha spiegato il dottor Johann Grundlingh, medico tossicologo. (AdnKronos)