Potente brillamento dalla gigantesca macchia solare AR2665: blackout radio sul Pacifico, nube di particelle diretta verso la Terra

La gigantesca macchia solare AR2665 ha prodotto oggi, 14 luglio (alle 02:09 UTC), un lungo e potente brillamento classe M2

Dopo 3 giorni di calma, la gigantesca macchia solare AR2665 ha prodotto oggi, 14 luglio (alle 02:09 UTC), un lungo e potente brillamento classe M2, catturato dalla sonda NASA Solar Dynamics Observatory (immagine in alto).

L’esplosione è durata oltre 2 ore ed ha prodotto una scarica di raggi X e protoni energetici che hanno ionizzato gli stati superiori dell’atmosfera terrestre.

Blackout radio sono infatti stati rilevati sull’Oceano Pacifico e soprattutto sul Circolo Polare Artico.

Di grande rilevanza anche l’espulsione di massa coronale prodotta: l’esplosione ha generato un CME che sembra essere diretto verso la Terra. La nube di particelle cariche in espansione potrebbe raggiungere il nostro pianeta il 16 luglio e potrebbe produrre tempeste geomagnetiche e aurore sulle alte latitudini.