Previsioni Meteo: il picco del caldo in arrivo al Centro/Sud provocato dalla...

Previsioni Meteo: il picco del caldo in arrivo al Centro/Sud provocato dalla “fusione” di due Anticicloni

Previsioni Meteo: caldo in ulteriore intensificazione sulle regioni del centro-sud, mentre fra Alpi e Prealpi saranno possibili locali rovesci

Previsioni Meteo – Nessun cambiamento di pattern, almeno in questo momento l’estate 2017 continuerà a mostrare il volto già visto nel mese di giugno. Il flusso perturbato principale, in uscita dalle coste del Canada orientale, continua a scorrere al di sopra dei 50° di latitudine nord, presenta un marcato assetto “zonale”, seppur all’interno del flusso sono presenti delle ondulazioni. Quest’ultime tendono a scorrere a nord di due estesi e robusti promontori anticiclonici che dalle medie latitudini atlantiche si estendono fino all’intero bacino del Mediterraneo. Questi due promontori anticiclonici, il primo di origine azzorriana e l’altro di natura nord-africana, quest’ultimo particolarmente attivo sul Mediterraneo centro-occidentale, con il proprio bordo orientale che influenza le condizioni atmosferiche su gran parte del nostro territorio nazionale, vengono separati da una sottile avvezione di aria un po’ più fredda in quota che dal Golfo di Biscaglia si estende fino alla Francia meridionale, alimentando un marcato “forcing” convettivo su gran parte del territorio francese.

MyBlitzortungStrikeMapDa domani l’affondo di una saccatura, prolungata dalla depressione d’Islanda attiva con un profondo minimo sul mar di Norvegia, fin verso le Isole Britanniche e la Francia favorirà l’attivazione di un sostenuto flusso di correnti sud-occidentali che dalla Spagna e dal bacino centro-occidentale del Mediterraneo si dipaneranno verso le Alpi e l’Europa centrale, apportando masse d’aria anche piuttosto umide in quota che causeranno parecchia instabilità, specialmente sulle Alpi centro-orientali e su buona parte dell’Europa centro-occidentale, dalla Francia alla Germania, passando per Svizzera, Austria, Repubblica Ceca e Polonia.

Allerta Meteo, ecco l’avviso della protezione civile per il maltempo in arrivo al Nord

Prognose_20170710Tale flusso di aria più umida in quota nel corso della giornata di domani arriverà a sfiorare le nostre regioni, in particolare l’area prealpina e alpina, soprattutto fra il Veneto e il Friuli, dove nelle ore pomeridiane e serali si potrebbero sviluppare anche dei rovesci e dei temporali, seppur a carattere isolato. Sul resto del bacino del Mediterraneo invece continuerà a dominare il robusto promontorio anticiclonico nord-africano, direttamente collegato alla “Cella di Hadley” che staziona sopra il Sahara, il quale continuerà ad “avvettare” aria sempre più calda e secca, di tipo sub-tropicale continentale, dall’entroterra desertico algerino e tunisino verso le nostre regioni centro-meridionali e la Sicilia, ove si assisterà ad un ulteriore incremento delle temperature massime, con picchi isolati fino a +38°C +40°C all’ombra.

POPLEX.2017191.terra.1kmPer fine giornata le propaggini più orientali di questo promontorio anticiclonico nord-africano cominceranno a spingersi verso est, in direzione della Grecia, dei Balcani meridionali e dell’ovest della Turchia. Il progressivo rinforzo e l’abbassamento di latitudine del flusso perturbato principale, ormai ridossato alle Alpi, tenderà a scalzare e a sospingere verso est l’onda di calore persistente sul bacino centrale del Mediterraneo, che dall’Italia tenderà a muoversi verso buona parte dei Balcani, fin verso la Romania e l’Ucraina sud-occidentale. Lo spostamento graduale verso est del promontorio africano, con la sua bolla di aria calda presente fino alla media troposfera, agevolerà anche la progressiva espansione sul Mediterraneo dell’anticiclone delle Azzorre, il quale comincerà a distendersi verso levante, con un proprio cuneo rivolto verso il sud della Francia e l’area alpina.

Copia di 09Mercoledì grazie allo spanciamento dell’anticiclone delle Azzorre sul Mediterraneo centro-occidentale il flusso perturbato principale risalirà nuovamente verso latitudini un po’ più elevate, lasciando l’intero Mediterraneo in balia di una estesa cintura anticiclonica sub-tropicale, dovuta alla fusione del promontorio anticiclonico delle Azzorre con quello più caldo africano, caratterizzato da elevati valori di geopotenziali in quota e da un campo barico alto e ben livellato nei bassi strati che mantiene la ventilazione piuttosto “lasca”.

09Difatti la saccatura che domani transiterà sulla Francia mercoledì si sposterà verso il Belgio, l’Olanda, la Germania e la Danimarca, risalendo poi sulla penisola Scandinava dove vi assicurerà piogge e rovesci sparsi, in un contesto climatico piuttosto fresco e gradevole. Al tempo stesso, scendendo di latitudine sul Mediterraneo, il campo di pressione alta e livellata presente manterrà il tempo stabile e soleggiato su gran parte del territorio nazionale, assicurando condizioni di bel tempo, ma anche di clima molto caldo, soprattutto sulle regioni del centro-sud, dove si potranno raggiungere picchi di oltre +38°C +39°C +40°C all’ombra.

Valuta questo articolo

No votes yet.
Please wait...