Ragazza morta al Luna Park, Codacons: troppi incidenti in Italia

"Le attrazioni dei Luna Park dovrebbero garantire in modo totale la sicurezza degli utenti"

E’ inaccettabile che ancora oggi si possa morire su una giostra. Le attrazioni dei luna park dovrebbero garantire in modo totale la sicurezza degli utenti, che pagano biglietti per divertirsi, non certo per rischiare la vita“: lo dichiara il presidente Codacons Carlo Rienzi in riferimento all’incidente in cui ha perso la vita Francesca Galazzo, 27 anni, morta dopo essere precipitata da un’attrazione del luna park di San Benedetto del Tronto (Ascoli Piceno). “Vogliamo sapere quale fosse il livello di sicurezza della capsula gravitazionale da cui e’ precipitata la donna, quale manutenzione sia stata fatta sulla struttura e quale attivita’ abbiano svolto gli organi di controllo competenti. Crediamo inoltre sia necessario disporre controlli a tappeto su luna park stabili e giostre itineranti nel nostro paese, che si moltiplicano senza sosta e che devono garantire l’incolumita’ dei fruitori“.