Salute: 155 nuovi casi di morbillo in una settimana, 3501 nel 2017

Morbillo: la fascia d'età più colpita resta quella fra i 15 e i 39 anni (56% dei casi)

Salgono ancora i casi di morbillo in Italia. Dall’inizio dell’anno sono 3.501 secondo l’ultimo bollettino settimanale curato da ministero della Salute e Istituto superiore di sanità (Iss), relativo al periodo dal 3 al 9 luglio. Rispetto alla precedente rilevazione (26 giugno-2 luglio), le infezioni sono 155 in più. Sempre due i morti, il bambino leucemico in cura all’ospedale San Gerardo di Monza e la bimba con cromosomopatia deceduta al Bambino Gesù di Roma. I casi fra gli operatori sanitari sono 255, 3 in più rispetto al precedente bollettino. Secondo le statistiche riportate dagli esperti, l’89% dei pazienti non era vaccinato, mentre il 6% era vaccinato con una sola dose. Il 35% ha avuto almeno una complicanza (il 41% è stato ricoverato e il 22% è finito in pronto soccorso). La fascia d’età più colpita resta quella fra i 15 e i 39 anni (56% dei casi), mentre l’età media dei pazienti è 27 anni. Quanto alla ‘mappa’ dei casi, il primato resta del Lazio, a quota 1.155 infezioni registrate, che continua a staccare le altre Regioni. Seguono infatti il Piemonte fermo a 599 casi, la Lombardia salita a 551 e la Toscana (344).