Scoperti i “geni Braccio di Ferro” che influenzano le prestazioni dei muscoli

Uno studio ha rivelato l'esistenza di geni che influenzano le prestazioni dei muscoli, questi vengono identificati come i geni 'Braccio di Ferro'

Uno studio ha rivelato l’esistenza di geni che influenzano le prestazioni dei muscoli, questi vengono identificati come i geni ‘Braccio di Ferro’. La scoperta che si deve al gruppo coordinato da Dan Wright, dell’Universita’ britannica di Cambridge e annunciata su Nature Communications si è ottenuta attraverso un’analisi che ha coinvolto quasi 200.000 persone e oggi permetterebbe così di aiutare a individuare nuovi trattamenti per prevenire o trattare la debolezza muscolare.

‘Il gran numero di individui alla base dello studio e’ stata una potente risorsa per identificare i geni coinvolti in tratti complessi come la forza muscolare, e ci aiuta a comprendere il loro ruolo nella salute”, ha detto Wright, coordinatore del gruppo di ricerca. Utilizzando i dati relativi a 140.000 persone partecipanti allo studio sul Dna dei britannici UK Biobank, promosso Consiglio britannico per Ricerca medica (Mrc) e dalla Fondazione Wellcome Trust, insieme ai dati di altri 50.000 individui di Regno Unito, Paesi Bassi, Danimarca e Australia.

Le varianti genetiche identificate e associate alla forza muscolare sono 16. Da tempo i genetisti sospettavano che dietro la variazione della forza muscolare e delle prestazioni dei muscoli giocassero un ruolo fondamentale i geni. Adesso che sono state scoperte le varianti genetiche collegate alla forza, secondo Robert Scott, del Mrc, ”potrebbe essere stato fatto un passo importante per l’individuazione di nuovi trattamenti per prevenire o trattare la debolezza muscolare” e anche il rischio di frattura, perche’ e’ stato visto che una maggiore forza muscolare riduce il rischio di frattura.