Sesso: contraccezione anche in vacanza, ecco come proteggersi

Estate significa relax, divertimento, viaggi e passioni, spesso inaspettate. La Sic-Società italiana della contraccezione invita a non dimenticarsi pillola anticoncezionale e preservativo, per un sesso sicuro

Estate significa relax, divertimento, viaggi e passioni, spesso inaspettate. Tra costumi da bagno e vestiti, la Sic-Società italiana della contraccezione invita a non dimenticarsi pillola anticoncezionale e preservativo, per essere al sicuro da gravidanze indesiderate e malattie a trasmissione sessuale, adottando così comportamenti responsabili per mantenersi in Salute.

Nel caso del profilattico, la Sic ricorda di conservarlo al meglio per non metterne a rischio l’efficacia, evitando quindi di riporlo nel cruscotto dell’auto o nel portafoglio, se non per un brevissimo lasso di tempo. “Il preservativo – puntualizza Annibale Volpe, past president della Sic – è ad oggi l’unico dispositivo in grado di contrastare efficacemente le malattie, quindi chiedere al partner conosciuto da poco di utilizzarlo non è ‘sconveniente’, ma è anzi un gesto di responsabilità e di rispetto reciproco”.

Quanto all’utilizzo della pillola anticoncezionale, oltre a rappresentare una soluzione ideale per evitare gravidanze indesiderate, risolve anche il ‘fastidio’ del ciclo mensile. “Nessun rischio per la Salute – assicura Volpe – La nuova frontiera sono proprio i preparati cosiddetti ‘stagionali’, che prevedono una somministrazione continuata con uno stop ogni 3 mesi. Nessuna funzione della donna viene compromessa e, non appena il trattamento viene sospeso, tutto torna come prima”.

Mare e abbronzatura, precisano gli esperti Sic, non giustificano la sospensione dell’anticoncezionale orale: “E’ ancora diffuso il credo che la pillola possa causare eritemi, eczemi o macchie sulla pelle – osserva Volpe – ma è tutto falso: non è la contraccezione ormonale a causare episodi di fotosensibilizzazione, bensì un’esposizione sconsiderata ai raggi solari. La pillola anticoncezionale non ostacola l’abbronzatura. Se è vero che gli estrogeni contenuti in alcuni tipi di contraccettivi ormonali hanno gli stessi effetti di quelli prodotti in gravi­danza, quando la pigmentazione cutanea può presentarsi ‘irregolare’, è altrettanto vero che i livelli contenuti nelle formulazioni di nuova generazione sono così bassi che è molto raro che abbiano degli effetti sulla pelle”.

Ma anche in questi rari casi di ipersensibilità, dicono gli esperti, “un adeguato filtro solare può risolvere il problema. Anzi, la pillola può diventare un motivo in più per prendersi cura della pelle durante la tintarella quando è più esposta al rischio di un precoce invecchiamento“. Infine, “non abbandoniamo la sicurezza della pillola anticoncezionale nemmeno per la paura di gonfiore e accumulo di liquidi che incidono sulla forma fisica – esortano gli esperti Sic – Esistono molti tipi di contraccettivi orali, anche naturali, che consentono di evitare ritenzione idrica e aumento di peso per essere libere di sfoggiare il bikini preferito in tutta serenità”.