Siccità, Raggi: “chiusi 8-10 nasoni, riapriranno con i rubinetti”

La misura della chiusura dei nasoni "riguarda 8-10 fontanelle che saranno riaperte dopo alcuni interventi anti-dispersione"

LaPresse/Vincenzo Livieri

“La misura della chiusura dei nasoni “riguarda 8-10 fontanelle che saranno riaperte dopo alcuni interventi anti-dispersione, che Acea sta svolgendo sulla rete. Quando saranno riaperte avranno un rubinetto, pur se siamo consapevoli che in passato i rubinetti sono stati derubati“. Lo ha detto la sindaca di Roma, Virginia Raggi durante l’audizione in commissione parlamentare periferie.

Il piano di chiusura parziale delle tradizionali fontanelle di Roma, predisposto da Acea per fronteggiare la crisi idrica, andrà avanti nel corso dell’estate in maniera graduale e temporanea in funzione della risposta del sistema. L’obiettivo della multi-utility, a quanto si apprende, è non far mancare mai la copertura territoriale, con questa ratio: in uno stesso quadrante se se ne chiudono due, altri due ne restano attive. “Siamo riusciti a ridurre la captazione dal lago di bracciano di 500 litri al secondo, se non sbaglio partivamo da 1600-1700 litri”, ha detto ancora Raggi in commissione.