Spinetti (Aigae): “Dobbiamo inasprire le pene nei confronti di chi causa incendi.

Bruciare un bosco significa mandare in fiamme il futuro della gente, del Pianeta

Spinetti (Aigae): “Dobbiamo inasprire le pene nei confronti di chi causa incendi. Avremmo potuto farlo già nella recente Legge sui Parchi”. “Non sarebbe stato male inserire, nella recente legge sui Parchi, qualche parolina magari anche incisiva sul tema degli incendi. Purtroppo è stata l’ennesima occasione persa. Dobbiamo pensare subito ad inasprire le pene nei confronti di chi causa gli incendi che rappresentano dei veri crimini, assassinii nei confronti dell’Umanità. Bruciare un bosco significa mandare in fiamme il futuro della gente, del Pianeta. Ed ecco che mentre l’Unesco premia il Patrimonio Ambientale italiano riconoscendolo quale Patrimonio dell’Umanità, in Italia non riusciamo a difenderlo. Dobbiamo pensare ad attivare tutti quei processi educativi, culturali di prevenzione e porre finalmente al centro delle scelte il rispetto per il territorio. L’Italia è il Paese europeo con maggiore bio- diversità, è un concentrato di climi e territori diversi e noi purtroppo sembriamo non comprenderlo”. Durissimo Stefano Spinetti, Presidente Nazionale delle Guide Ambientali Escursionistiche che in questi luoghi ci portano i turisti maturando Pil per l’Italia .
“Oggi il patrimonio ambientale italiano è minacciato dalla siccità, anche quella indotta dall’uomo. Secondo i geologi stiamo vivendo l’epoca dell’Antropocene, è l’uomo che sta incidendo sull’evoluzione della natura. Anche in queste ore il territorio italiano – ha continuato Spinetti – è minacciato da numerosi incendi, magari dolosi. Oggi il Patrimonio Ambientale Italiano va reso più fruibile, spiegato, narrato, raccontato come opera d’arte e non bruciato”.