Usa, attenti ai maccheroni al formaggio: sono pericolosi per la salute

Gli amatissimi maccheroni al formaggio, ovvero i celebri "Macaroni and Cheese", uno dei piatti più popolari della cucina italoamericana, sono pericolosi per la salute di chi li mangia

Gli amatissimi maccheroni al formaggio, ovvero i celebri “Macaroni and Cheese”, uno dei piatti più popolari della cucina italoamericana, sono pericolosi per la salute di chi li mangia. Questo è almeno il risultato di un nuovo studio secondo il quale nell’impasto della pietanza ci sarebbe un’alta concentrazione di prodotti chimici derivanti dal petrolio, gli ftalati. Duro colpo, dunque, per uno dei “comfort food” americani per eccellenza.

La ricerca è stata condotta da “The Coalition for Safer Food Processing and Packaging”, il gruppo dietro la campagna KleanUpKraft.org, creata per spingere la multinazionale Kraft a eliminare le sostanze chimiche dai suoi prodotti. La coalizione ha esaminato piu’ di 30 tipi di formaggio, arrivando alla conclusione che in questo piatto cult la presenza di ftalati, che vengono usati ad esempio nella plastica per aver maggiore flessibilita’, e’ quattro volte maggiore rispetto al resto dei prodotti studiati.

La minaccia più grave, spiegano, è per le donne in stato di gravidanza e per i bambini. I Centri per la Prevenzione e il Controllo delle Malattie sono più cauti e sostengono che in realtà gli effetti derivanti dall’esposizione a bassi livelli di ftalati non sono noti. Questa sostanza chimica viene usata nella produzione di vari prodotti per la casa e per la cura della persona, come saponi, spray per i capelli, detergenti. Non dovrebbero essere presenti negli alimenti. Alcuni tipi sono stati vietati anche nei giocattoli per i bambini.

E’ provato che le persone, anche se ignorandolo, li stanno mangiando. E proprio i Centri per la Prevenzione e il Controllo delle Malattie ne hanno avuto la prova, analizzando le urine di alcuni soggetti. Secondo questi test, le donne hanno la piu’ alta percentuale di ftalati nel corpo, soprattutto per via del maggior uso di cosmetici e bagnoschiuma. La Kraft, chiamata in causa, ha pero’ risposto seccamente, negando che l’azienda usi queste sostanze chimiche nei suoi prodotti.