Usa, Honolulu: il grattacielo non aveva il sistema antincendio

Almeno tre persone sono morte e 12 sono rimaste ferite nell'incendio di un grattacielo di 36 piani a Honolulu, nelle Hawaii, che secondo le autorità locali non aveva sistemi antincendio

Almeno tre persone sono morte e 12 sono rimaste ferite nell’incendio di un grattacielo di 36 piani a Honolulu, nelle Hawaii, che secondo le autorità locali non aveva sistemi antincendio. L’incendio, hanno detto i vigili del fuoco, è scoppiato poco dopo le due del pomeriggio in un appartamento al 26.mo piano dell’edificio, costruito nel 1971, prima che la legge imponesse l’installazione di erogatori automatici (detti sprinkler) che si attivano in caso di incendio.

“Senza alcun dubbio, se ci fossero stati gli spruzzatori automatici in quell’appartamento, il fuoco sarebbe stato contenuto in quell’unita’“, ha detto la residente Teresa Sommerville alla tv locale Khon. Il sindaco della citta’, Kirk Caldwell, ha detto che occorre varare una legge che imponga l’installazione di sistemi antincendio negli edifici piu’ vecchi. “Il problema più rilevante è il costo – ha detto – I residenti devono pagare. E’ un sistema costoso. Ma se ti salva la vita, allora vale la pena pagare”.