Vaccini, Commissione Bilancio del Senato: mancano le coperture per la somministrazione in farmacia

Espresso "parere contrario" sull'emendamento al decreto vaccini che prevede la possibilità di somministrare le vaccinazioni in farmacia

La Commissione Bilancio del Senato ha espresso “parere contrario” sull’emendamento al decreto vaccini che prevede la possibilità di somministrare le vaccinazioni in farmacia, “per mancanza di copertura“. Lo fa sapere Giorgio Tonini, il presidente della Commissione che questa mattina ha esaminato e votato la modifica proposta.
Noi non abbiamo nessuna contrarietà, ma le buone idee devono essere supportate da adeguate risorse“, spiega Tonini, sottolineando che la proposta “stabilisce un’innovazione senza quantificare i costi né indicare come coprirli. Serve una relazione tecnica che quantifichi l’onere e indichi la copertura. Qualora dovesse arrivare siamo pronti a rivedere il parere“. In ogni caso, continua in merito all’emendamento, “l’Aula può assumersi la responsabilità di votarlo e approvare, ma quando mancano le coperture è possibile che poi intervenga il presidente della Repubblica“.
Per quanto riguarda invece l’emendamento che estende l’obbligo vaccinale agli operatori sanitari e scolastici, “in assenza di fatti nuovi è confermato il parere contrario rilasciato ieri. Non abbiamo riesaminato la questione – conclude Tonini – ma semplicemente registrato che non c’erano novità” sulla quantificazione dei costi e la loro copertura. (AdnKronos)