Abbattuta orsa KJ2: Lav “sconvolta, sentenza senza processo”

"Gli orsi, una volta reintrodotti in Trentino dalla Provincia stessa, dapprima hanno costituito un vanto, poi sono divenuti un nemico "

L’abbattimento dell’orsa KJ2ci lascia sconvolti. Si tratta – spiega la LAV Trentino – di un verdetto di condanna vergognoso, una sentenza senza processo, emesso sulla spinta emotiva e irrazionale di un’amministrazione provinciale che vuole pieno diritto di vita e di morte sugli orsi e dove la possibilita’ di cattura era solamente un alibi per nascondere una chiara intenzione“. “Gli orsi, una volta reintrodotti in Trentino dalla Provincia stessa, dapprima hanno costituito un vanto con tanto di pubblicita’ luccicante per attirare turisti curiosi, poi sono divenuti un nemico da far fuori non appena il naturale comportamento si fosse manifestato. Da Daniza a oggi non c’e’ stata una gestione veramente attiva e risolutiva in materia di corretta convivenza con questi animali. Non vi e’ stata un’educazione alla convivenza e al rispetto reciproco. Dopo l’uccisione camuffata di Daniza, catturata il 10 settembre 2014 con un anestetico dall’effetto letale, e l’ergastolo per altri suoi consimili, l’assassinio di KJ2 e’ un presa di posizione diretta contro gli animali e contro l’ambiente e una chiara espressione dell’incapacita’ della Provincia di Trento di gestire il piano di salvaguardia dell’orso bruno“.