Alluvione Nepal, 600 turisti intrappolati negli alberghi: ‘stanno bene’

Sono circa 600 i turisti intrappolati negli alberghi del parco naturale di Chitwan, nella zona orientale del Nepal, a causa delle inondazioni prodotte dalle fortissime piogge monsoniche

LaPresse/Reuters

Sono circa 600 i turisti intrappolati negli alberghi del parco naturale di Chitwan, nella zona orientale del Nepal, a causa delle inondazioni prodotte dalle fortissime piogge monsoniche di questi giorni. Lo dice il capo della polizia di Chitwan.

“Stanno bene – ha fatto sapere il responsabile della polizia locale – abbiamo potuto parlare con loro, hanno da mangiare e da bere a sufficienza”. Le piogge intanto continuano e le strade della zona sono completamente sommerse, solo due degli otto voli quotidiani che partono dall’aeroporto di Bharatpur, in Chitwn, sono riusciti a decollare.

“I livelli di acqua stanno scendendo gradualmente. I turisti sono in salvo negli alberghi, anche se sono preoccupati”, ha detto il presidente dell’associazione alberghiera locale Suman Ghimire. Il dipartimento di idrologia e metereologia del Nepal ha fatto sapere “che le precipitazioni continueranno anche domani nel centro e nell’ovest del paese. Il numero delle vittime intanto e’ salito a 49, i dispersi sono 36 mentre l’esercito e la polizia continuano le ricerche. Sono 34.000 le abitazioni sommerse dal fango.”