Astronomia: XXV Congresso Nazionale Gruppo Astronomia Digitale Parco Astronomico Lilio 8-9-10 Settembre 2017

È passato appena un anno da quando il Parco Astronomico Lilio di Savelli ha aperto le proprie porte al pubblico e ha iniziato a proporre le importanti attività di divulgazione astronomica e di ricerca scientifica

È passato appena un anno da quando il Parco Astronomico Lilio di Savelli ha aperto le proprie porte al pubblico e ha iniziato a proporre le importanti attività di divulgazione astronomica e di ricerca scientifica. Ad oggi, dopo così poco tempo, il Parco di Savelli è sicuramente una delle realtà astronomiche più importanti del Meridione e dietro questo immediato successo c’è sicuramente il grande lavoro costante e attento svolto dallo staff che gestisce la struttura nonché dal direttore Antonino Brosio.

Infatti è anche grazie a questa immediata affermazione che il prossimo settembre il parco è stato scelto come location per l’importante congresso annuale del Gruppo Astronomia Digitale che porterà a Savelli alcuni dei maggiori ricercatori italiani e che nella tre giorni del congresso (8-9-10 settembre) discuteranno circa le ultime scoperte nel campo della fotometria, della ricerca di esopianeti e delle tecniche digitali di ricerca astronomica, il congresso nazionale del GAD è ormai un appuntamento fisso per i ricercatori e quest’anno è giunto alle sua 25ma edizione.

L’importante manifestazione si svolgerà presso i locali del Parco Astronomico Lilio dove il Planetario verrà adibito a sala conferenze, il congresso è patrocinato dall’ Unione Astrofili Italiani e dalla Società Astronomica Italiana e per l’organizzazione ha ricevuto gli importanti e determinanti patrocini del Parco Nazionale della Sila e del Comune di Savelli.

Gli studiosi che parteciperanno al congresso sono tra i maggiori esperti astrofili italiani nel campo della ricerca e all’interno delle giornate del congresso sono anche previste le importanti relazioni della Prof.ssa Sandra Savaglio docente presso l’Università della Calabria e astrofisica di fama mondiale, di Valerio Bocci ricercatore dell’Istituto di Fisica Nucleare e del CERN e del Prof. Gaetano Zimbardo professore presso l’Università della Calabria ed esperto di fisica Solare, è possibile avere tutte le informazioni sul congresso al sito www.astronomiadigitale.com.

Durante il congresso saranno ci saranno anche alcune manifestazioni pubbliche a cura dei gruppi astrofili calabresi che organizzeranno eventi tematici e osservazioni dal piazzale del Parco Astronomico Lilio.

Sarà un evento, come dichiarato da Antonino Brosio, “che coinvolgerà tutti a 360 gradi sia gli esperti e gli addetti ai lavori che gli appassionati. Stiamo lavorando in sinergia insieme all’amico Claudio Lo Presti, presidente del GAD, affinché sia tutto pronto per l’inizio dei lavori che sarà Venerdì 8 Settembre e vogliamo fare in modo che questa XXV edizione sia speciale. Stiamo coinvolgendo anche i gruppi astrofili locali affinché ci diano una mano anche a gestire i curiosi e gli appassionati che arriveranno per l’evento da ogni parte d’Italia. Ci tengo comunque a ringraziare in primis Claudio Lo Presti per aver creduto nella serietà della nostra struttura e per averci concesso questa importante opportunità, non posso non ringraziare anche i dirigenti del Parco Nazionale della Sila per averci concesso il patrocinio e l’amministrazione di Savelli per il supporto fondamentale che ci darà. Il Parco Astronomico Lilio è una struttura che sicuramente ci darà grosse soddisfazioni e questo congresso è sicuramente il primo importante passo da compiere affinché questa struttura abbia il ruolo che merita nel panorama scientifico nazionale.