Corea del Nord, il Pentagono: “Basta minacce da parte di Pyongyang o il regime finirà”

"La Corea del Nord dovrebbe mettere fine alle azioni che potrebbero portare a una fine del suo regime e alla distruzione della sua gente"

LaPresse/Xinhua

“La Corea del Nord dovrebbe mettere fine alle azioni che potrebbero portare a una fine del suo regime e alla distruzione della sua gente”. Lo afferma il capo del Pentagono, James Mattis.

La Corea del Nord, prosegue, deve “rinunciare” al suo programma nucleare testo a realizzare un ordigno atomico. L’annuncio arriva in seguito alla notizia che Pyongyang sarebbe riuscita a miniaturizzare una testata atomica al punto da riuscire ad inserirla nell’ogiva di uno dei suoi missili balistici intercontinentali (Icbm) in grado di colpire gli Usa, come i due sperimentati lo scorso 4 e 28 luglio.

Corea del Nord che stanotte ha fatto trapelare di pensare ad un attacco alla base Andersen dei bombardieri strategici Usa sull’isola di Guam, nel Pacifico. Isola situata a soli 3.400 km di distanza e quindi nel raggio dei gia’ ampiamenti testati missili balistici a raggio intermedio nordcoreani.