Incendi: elicotteri dell’Aeronautica Militare in Sardegna e Sicilia

Senza sosta l'attivita' degli uomini e dei mezzi dell'Aeronautica Militare nella lotta agli incendi che stanno affliggendo Sardegna e Sicilia

Senza sosta l’attivita’ degli uomini e dei mezzi dell’Aeronautica Militare nella lotta agli incendi che stanno affliggendo Sardegna e Sicilia. In particolare, un elicottero HH-212 dell’80° Centro CSAR (Combat Search and Rescue) di Decimomannu (Cagliari), equipaggiato con una speciale benna in grado di caricare circa 700 litri di acqua, e’ da poco decollato per una nuova missione nel comune di Sorgono in provincia di Nuoro.

Nel mentre, un secondo elicottero HH-212 sempre dell’80° Centro CSAR ma rischierato presso la base aerea di Trapani Birgi in prontezza con equipaggi specializzati in attivita’ antincendio, e’ stato attivato su rischiesta della Protezione Civile per attivita’ nel comune di Agrigento. Da meta’ luglio gli elicotteri dell’Aeronautica Militare stanno operando in Sicilia nell’ambito del dispositivo della Difesa in supporto alla Protezione Civile per la lotta agli incendi. Finora sono circa 65 le ore di volo effettuate, per un totale di circa 200 sganci e piu’ di 140.000 litri d’acqua riversati sulle zone colpite dai roghi.

Gli interventi, coordinati dal Comando Operazioni Aeree di Poggio Renatico (Fe), in contatto diretto con il Centro Operativo Aereo Unificato (COAU) della Protezione Civile, si sono concentrati principalmente in alcune localita’ delle provincie di Agrigento, Trapani e Palermo. Gli assetti dell’Aeronautica Militare sono intervenuti praticamente ogni giorno nelle ultime settimane; le ultime missioni hanno interessato in particolare i comuni di Erice, Bisacquino e Termini Imerese.