Incendi: in Sardegna 6 roghi con ricorso dei mezzi aerei

Sono 6 gli Incendi odierni per i quali il Corpo forestale della Sardegna ha diretto le operazioni di spegnimento e coordinato gli elicotteri del servizio aereo regionale e gli aerei della Protezione civile nazionale

LaPresse/ABACA

Sono 6 gli Incendi odierni per i quali il Corpo forestale della Sardegna ha diretto le operazioni di spegnimento e coordinato gli elicotteri del servizio aereo regionale e gli aerei della Protezione civile nazionale. Impegnati – spiegano – il personale del Corpo forestale e di Forestas, i volontari della Protezione civile, i barracelli e, in alcune località, i Vigili del fuoco. È ancora in fase di spegnimento l’incendio di Seui, alimentato dal forte vento di maestrale. Le squadre del Corpo forestale e di Forestas presidieranno tutta la notte.

I roghi registrati oggi sono avvenuti nel Comune di Arzana, località Sa ‘e Corroce, a Galtellì, località Rio su Cardosu, a Sinnai, località Sedda niu S’Achili – orario di insorgenza ore 13:04; il fuoco ha attraversato aree agricole e macchia mediterranea, minacciando abitazioni sparse e seconde case turistiche; mezzi aerei intervenuti: elicotteri delle basi di Villasalto e Pula, il Super Puma, un Canadair e un elicottero dell’Esercito, che hanno fatto sì che il fuoco – pur in favore di vento – non scollinasse prendendo la direzione di Porto Sa Ruxi, dove sono presenti alcuni insediamenti turistici.

Comune di Maracalagonis, località Tasonis – orario di insorgenza ore 14:09; in fumo pascoli arborati e cespugliati; mezzi aerei intervenuti: elicotteri delle basi di San Cosimo e Pula. Comune di Carbonia, località Santa Lucia – orario di insorgenza ore 14:31; ha interessato boschi di conifere; mezzi aerei intervenuti: elicottero della base di Marganai.

Fiamme anche nel Comune di Seui, località S’Isca ‘e Molas – orario di insorgenza ore 15:42; le fiamme hanno distrutto boschi di conifere; mezzi aerei intervenuti: elicotteri delle basi di Sorgono, San Cosimo e un Canadair. Su tutti gli Incendi, per individuare le cause e i responsabili, sono state immediatamente avviate le indagini a cura dei Nuclei investigativi del Corpo forestale.