Incendi, Protezione Civile: i due canadair francesi rientrano a Nimes

I due Canadair francesi, che stanno operando a supporto della flotta italiana, dovranno rientrare a Nimes

La Protezione civile rende noto che, a causa del peggioramento delle condizioni in Francia le autorità transalpine, d’accordo con Bruxelles, hanno stabilito che nel pomeriggio i due Canadair francesi, che stanno operando a supporto della flotta italiana, dovranno rientrare a Nimes. I due velivoli, giunti ieri a Ciampino, sono intervenuti in Abruzzo, in formazione con un Canadair italiano, nel comune di Collelongo (L’Aquila), dove le fiamme hanno minacciato centri abitati e industrie presenti nella zona. Si sono poi spostati, sempre in Abruzzo, nel comune di Farindola (Pescara), dove stanno operando su un vasto incendio in quota. Nel corso della mattinata sono state 19 le richieste di concorso aereo ricevute dalla Protezione civile dalle diverse Regioni colpite dai tanti incendi boschivi che ormai da giorni stanno interessando gran parte del nostro Paese: 5 richieste sono arrivate dal Lazio, 4 dalla Sicilia, 3 dall’Abruzzo e altrettante da Campania e Calabria, una dall’Umbria. Il lavoro dei mezzi della flotta aerea dello Stato – 11 Canadair, 3 elicotteri dei Vigili del Fuoco e un elicottero della Difesa – ha permesso di mettere sotto controllo o spegnere, finora, 3 roghi.