Incendi sulla Litoranea di Taranto: evacuate alcune ville

Un vasto incendio è divampato in localita' Saturo, sulla Litoranea ionico-salentina

Un vasto incendio è divampato in localita’ Saturo, sulla Litoranea ionico-salentina. Alcune ville sono state fatte evacuare a scopo precauzionale. Sono intervenuti diversi mezzi e uomini del comando provinciale dei Vigili del fuoco di Taranto. Il forte vento non agevola le operazioni di spegnimento. Le fiamme, oltre ad interessare la vegetazione presente, hanno distrutto alcuni cassonetti della spazzatura e lambito le abitazioni. Sul posto anche i carabinieri.

Dagli ultimi aggiornamenti l’incendio è stato domato nella tarda mattinata, non ci sono danni a cose e persone, solo paura e alcune ville temporaneamente evacuate per motivi di sicurezza a causa dell’avanzare delle fiamme alimentate anche dal vento. I residenti sono rientrati nelle loro abitazioni. Non si esclude che l’incendio possa essere stato di origine dolosa.

La particolarita’ dell’area, ovvero la presenza di canneto unita ad erba secca e sterpaglie, ha fatto si’ che le fiamme, anche spinte dal vento, avessero facile propagazione. Il sindaco di Leporano, Angelo D’Abramo, ha intanto dichiarato: “A distanza di poche ore dal grosso incendio in localita’ Saturo mi corre l’obbligo in qualita’ di sindaco di condannare fermamente quanto accaduto questa mattina e di essere solidale con tutti i residenti della zona interessata. Questa mattina – dice il sindaco – sono stato impegnato in zona dalle 10 circa ininterrottamente fino alle 14, cioe’ sin dal momento in cui io stesso ho chiamato i vigili del fuoco ed il nucleo di Protezione civile di Leporano che sono prontamente intervenuti. Il mio ringraziamento – prosegue il sindaco – va a tutti quanti si sono prodigati per limitare e spegnere l’incendio. Quanto alle responsabilita’, tenuto conto del decreto regionale e della mia ordinanza emanata prima dell’inizio della stagione estiva circa la prevenzione incendi, questa amministrazione si attivera’ nelle prossime ore per far luce sull’accaduto, anche in considerazione del fatto che i fondi interessati dall’incendio sembra siano sottoposti a vincolo archeologico, ambientale e paesaggistico e sembra che siano di proprieta’ privata”.