Incendi, vigili del fuoco: saremo parte civile nel processo ai volontari di Ragusa

Il dipartimento conferma la propria "fiducia e stima nella componente volontaria del Corpo nazionale dei Vigili del Fuoco"

Il dipartimento dei Vigili del Fuoco rende noto che si costituirà parte civile nei confronti di quanti saranno rinviati a giudizio dopo l’operazione Efesto della Polizia di Ragusa, che ha sgominato un gruppo di 15 volontari dei vigili del fuoco del distaccamento di Santa Croce Camerina che avrebbero appiccato incendi e simulato richieste di soccorso per guadagnare dieci euro all’ora per ogni intervento. La decisione, spiega il dipartimento dei Vigili del Fuoco in una nota, arriva “in considerazione del danno di immagine che i fatti in questione provocano, offuscando lo straordinario lavoro che tutti i Vigili del Fuoco stanno compiendo senza risparmio di forze in questa critica estate“. Il dipartimento conferma la propria “fiducia e stima nella componente volontaria del Corpo nazionale dei Vigili del Fuoco“, ma esprime “la più ferma condanna per l’inqualificabile condotta di alcuni vigili volontari individuati e messi sotto inchiesta dalla procura di Ragusa anche grazie al contributo del competente Comando provinciale dei Vigili del Fuoco“.