Incidenti montagna: superlavoro per il Soccorso Alpino Veneto

Oggi giornata intensa per il Soccorso Alpino Veneto: diversi gli incidenti in montagna

Verso le 12 l’elicottero dell’Aiut Alpin Dolomites è intervenuto lungo la Via del Buco sul Lagazuoi, in quanto un alpinista che stava scalando insieme alla moglie non riusciva più a proseguire per un dolore alla spalla. Nello stesso tempo l’elicottero del Suem di Pieve di Cadore è volato sulla Piccola delle Tre Cime di Lavaredo. Sull’ultimo tiro di una via un rocciatore era volato infortunandosi, l’allarme lanciato da una cordata tedesca che aveva assistito all’incidente.

L’uomo,38 anni, di Lugo di Romagna (Ravenna), e’ stato recuperato con un verricello di 30 metri e trasportato all’ospedale di Belluno per un possibile politrauma. Il Soccorso alpino del Centro Cadore e’ invece stato inviato dal 118 a Lozzo di Cadore, a Pian dei Buoi. Scendendo dalla sua baita una donna di Lozzo era scivolata procurandosi un probabile trauma alla caviglia. Raggiunta da 8 soccorritori in localita’ Tamari’, la 49enne e’ stata caricata in barella e portata a spalle per una cinquantina di metri fino alla strada, per poi essere accompagnata direttamente con la jeep al pronto soccorso di Pieve di Cadore.

Infine, il Soccorso alpino di Cortina e’ stato mandato dal 118 sul Belvedere delle cascate di Fanes, per un malore. L’uomo, 64 anni, di San Gemini (Teramo) e’ stato portato fino a Pian de Loa, dove l’eliambulanza lo ha imbarcato per volare a Pieve di Cadore.