Inondazioni in Nepal: almeno 47 morti

LaPresse/Reuters

Almeno 47 le vittime in Nepal causate dalle inondazioni e dalle frane scatenate da piogge monsoniche che hanno flagellato le pianure meridionali e le colline orientali: lo ha reso noto il governo di Kathmandu, aggiungendo che vi sono 20 feriti e 36 dispersi in 23 dei distretti della pianura meridionale al confine con l’India. Centinaia di cittadine e villaggi sono stati allegati, lasciando migliaia di persone senza casa. Circa 8mila fra poliziotti e soldati sono impegnati nei soccorsi, resi più difficili dal crollo di ponti e dalle frane che bloccano le principali vie di comunicazione. Secondo le previsioni meteo per oggi sono attese nuove piogge nelle regioni centrali e centro occidentali. Ogni anno inondazioni e frane provocate dalle piogge monsoniche causano morti nel periodo fra giugno e settembre.