Israele, morto a 113 anni l’uomo più vecchio del mondo: era sopravvissuto all’Olocausto

Yisreal Kristal, sopravvissuto all'Olocausto e riconosciuto lo scorso anno l'uomo più vecchio del mondo dal Guinness World Records, è morto oggi all'età di 113 anni

Yisreal Kristal, sopravvissuto all’Olocausto e riconosciuto lo scorso anno l’uomo più vecchio del mondo dal Guinness World Records, è morto oggi all’età di 113 anni. E’ quanto hanno riportato i media israeliani. Il decesso è avvenuto un mese prima che compisse 114 anni, il prossimo 15 settembre. Kristal era stato deportato ad Auschwitz nel 1940, dove aveva perso la prima moglie e due figli. Era giunto in Israele nel 1950 con la sua seconda moglie e viveva ad Haifa.

Fu prigioniero ad Auschwitz, dal quale gli alleati lo salvarono nel 1945. Kristal non parlò molto della sua esperienza ad Auschwitz, affermando in una breve intervista di qualche anno fa che “per ogni giorno trascorso lì si potrebbero scrivere due libri”.

Dopo la guerra, si trasferì ad Haifa dove aprì una fabbrica di dolciumi. Celebrò lo scorso anno il suo “bar mitzvah”, la festa ebraica del passaggio dall’infanzia all’età adulta che si celebra a 13 anni e un giorno, con un secolo di ritardo.