Maltempo in Friuli Venezia Giulia: raffiche a 70 nodi in Alto Adriatico

Anche il Friuli Venezia Giulia è stato bersagliato dal forte maltempo nelle scorse ore

Anche il Friuli Venezia Giulia è stato bersagliato dal forte maltempo nelle scorse ore: sulla costa registrate eccezionali raffiche di vento fino a 70 nodi in ambito portuale tra Grado (Gorizia) e Lignano Sabbiadoro (Udine). La Guardia costiera ha eseguito una decina di interventi di soccorso in mare: tutte le persone soccorse sono state accompagnate a Grado, dove sono state assistite dai sanitari del 118. Non si registrano feriti.

In occasione dell’ondata di Maltempo caratterizzata da raffiche di vento molto forte che questo pomeriggio si è abbattuta sul Friuli Venezia Giulia causando notevoli danni con interruzioni alla viabilità, stradale e ferroviaria, e alle linee elettriche, la Protezione civile ha immediatamente messo in campo 190 volontari e 50 automezzi per gli interventi di taglio alberi e pulizia delle strade, che sono tutt’ora in corso. Il Maltempo ha colpito in particolare i Comuni di: Basiliano, Camino Al Tagliamento, Campolongo Tapogliano, Casarsa Della Delizia, Clauzetto, Codroipo, Cordovado, Cormons, Corno Di Rosazzo, Coseano, Fiumicello, Gemona Del Friuli, Gonars, Gorizia, Grado, Lestizza, Lignano Sabbiadoro, Meduno, Morsano al Tagliamento, Moruzzo, Pavia di Udine, Pinzano al Tagliamento, Porpetto, Povoletto, Pozzuolo del Friuli, Pravisdomini, Rive D’Arcano, Rivignano-Teor, Ronchi dei Legionari, Ronchis, Ruda, San Daniele del Friuli, San Giovanni al Natisone, San Martino al Tagliamento, Sesto al Reghena, Staranzano, Tarcento, Torviscosa, Treppo Grande, Valvasone Arzene, Visco e Zoppola. Le strutture regionali sono già operative per valutare l’entità dei danni e dare immediata risposta alle necessità dei cittadini. Come ha assicurato l’assessore regionale con delega alla Protezione Civile, Paolo Panontin, le squadre d’emergenza “sono state mobilitate immediatamente e stanno lavorando alacremente assieme ai vigili del fuoco e alle forze dell’ordine, per fornire il massimo supporto alla popolazione. Al momento stiamo monitorando la situazione e l’attuazione dei soccorsi, coordinando le attività attraverso la centrale della Protezione civile regionale“.