Maltempo, temporale a Firenze: alberi e pezzi di facciata caduti, chiusa la Cupola del Brunelleschi e altre icone culturali

Mentre al Sud le temperature sfiorano i 40 gradi, il Centro Nord è alle prese con il maltempo. In particolare a Firenze si sono registrati alberi caduti, allagamenti e ascensori bloccati

Mentre al Sud le temperature sfiorano i 40 gradi, il Centro Nord è alle prese con il maltempo. In particolare a Firenze si sono registrati alberi caduti, allagamenti e ascensori bloccati in seguito al violento temporale che ha colpito il capoluogo toscano attorno alle 13. Al momento le richieste di intervento al comando dei vigili del fuoco sono un’ottantina.

Nella zona di Viale Corsica, nella periferia nord della città, un albero è caduto sfiorando le auto in sosta. Si tratta, probabilmente di una delle piante di cui era previsto l’abbattimento, non senza polemiche.

Un masso della facciata dell’antico palazzo dove ha sede il Caffé Giacosa Cavalli, chiuso da alcuni giorni, nella centralissima via della Spada, a pochi metri dal ‘salotto’ di via Tornabuoni, è invece precipitato sul marciapiede, frantumandosi. Stop per circa mezzora anche per la tramvia di Firenze a causa di un blackout.

La Regione Toscana ha emesso un avviso per forte vento e temporali fino a domani sera, anche per la costa toscana. Il capoluogo e’ stato sferzato da pioggia mista a grandine per poco piu’ di mezzora e la linea 1 della tramvia e’ rimasta bloccata per un blackout. Circa 80 le chiamate ai vigili del fuoco, ma non si lamentano danni a persone.

A causa del temporale l’Opera di Santa Maria del Fiore ha chiuso, per motivi di sicurezza, l’accesso alla Cupola del Brunelleschi e al Campanile di Giotto per una trentina di minuti: le persone che si trovavano sui monumenti sono state fatte scendere e messe al riparo dentro la Cattedrale.

Anche che due sale del Museo del Duomo sono state chiuse al pubblico momentaneamente a causa di un pozzetto che per le intense piogge non riceveva. Sempre a causa della forte pioggia qualche infiltrazione anche nella biblioteca Magliabechiana agli Uffizi: nessun danno pero’, si spiega dal museo.