Montagna: tranciata una croce metallica sulla Dent d’Herens

Una croce metallica montata sulla vetta della Dent d'Herens (4.171 metri), a ovest del Cervino, al confine tra Valle d'Aosta e Canton Vallese (Svizzera), e' stata tranciata nei giorni scorsi

Una croce metallica montata sulla vetta della Dent d’Herens (4.171 metri), a ovest del Cervino, al confine tra Valle d’Aosta e Canton Vallese (Svizzera), e’ stata tranciata nei giorni scorsi. Il 2 agosto e’ stata ritrovata ai piedi della parete Nord. Era stata montata nell’ottobre scorso da tre guide alpine elvetiche. “Una maledetta sfacciataggine”, dice una di loro, Harry Lauber, ai media svizzeri. “La posa era avvenuta con l’assenso dei Comuni coinvolti e dell’allora presidente della Societa’ guide della Valpelline, anche se poi erano venute fuori delle polemiche”, ricorda Pietro Giglio, presidente dell’Unione valdostana guide di alta Montagna. “Il dibattito – aggiunge – c’e’ stato, ma alcuni anni fa. Riguardava piu’ l’aspetto ideologico, ma anche quello pratico: qualcuno sosteneva che questi ornamenti posti sulle vette in certi casi possano ostacolare le operazioni di soccorso. Tuttavia le guide, a livello di associazioni, non si interessano di questioni ideologiche“. Frequentata soprattutto dal versante valdostano, piu’ accessibile, la Dent d’Herens “e’ ambita da molti collezionisti di quattromila metri“, spiega Giglio.