Naso all’insù per le stelle cadenti di agosto: uno spettacolo minacciato dalle nuvole e dalla Luna

Stasera il picco delle stelle cadenti d'agosto, le Perseidi: si tratta di uno dei fenomeni astronomici più popolari, tradizionalmente legato all'espressione dei desideri

Una perturbazione, con nuvole spinte dalle fresche correnti atlantiche che stanno attraversando la Penisola, minaccia stanotte parte dello spettacolo delle stelle cadenti d’agosto, le Perseidi: si tratta di uno dei fenomeni astronomici più popolari di questo mese, tradizionalmente legato all’espressione dei desideri.

Il picco è previsto dalla serata del 12 fino all’alba del 13: è possibile che in questo lasso di tempo possano essere viste solo un quinto delle stelle cadenti normalmente visibili dalla Terra, ciò perché il nostro satellite si troverà nella fase “Gibbosa calante”, cioè per tre quarti piena, e la sua luce intensa potrebbe guastare lo spettacolo tanto atteso.

Molto dipende dalle condizioni meteo e dalla Luna: lo scorso anno il fenomeno è stato particolarmente intenso, con un numero di meteore visibili doppio rispetto alla norma, perché la Terra si è trovata ad attraversare una nube particolarmente densa di detriti lasciati dalla cometa.

Il maggior numero di meteore dovrebbe essere comunque osservabile, nuvole permettendo, a partire dalla sera del 12 agosto, anche se le notti fino al 15 potranno essere adatte per dar loro la caccia.

Di seguito tutte le INFO UTILI e le curiosità su questa notte magica: