Orsa Kj2, AIDAA: paura per la sua incolumità

"Abbiamo timore per la vita dell'orsa Kj2 e per la sua incolumità"

Ora che si è sparsa la notizia che la seconda orsa, che nelle scorse settimane era stata catturata, narcotizzata e radiocollata era proprio l’orsa Kj2 – spiega l’associazione AIDAA in una nota – i rischi che questa orsa venga abbattuta sono concreti proprio in base all’ordinanza emessa (e impugnata dalla Lac) da parte del presidente della provincia di Trento Ugo Rossi che con l’avvallo del ministro dell’Ambiente Gianluca Galletti non ha ancora revocato l’ordine di cattura e successivo possibile abbattimento (anche se chiamato eufemisticamente rimozione) della stessa orsa in quanto considerata pericolosa.”

Abbiamo timore per la vita dell’orsa Kj2 e per la sua incolumità – dice Lorenzo Croce presidente di AIDAA – ora che è confermato che l’orsa a cui hanno applicato il radiocollare la scorsa settimana è proprio lei i rischi che la stessa venga abbattuta magari senza rendere pubblica la notizia è dietro l’angolo, il caso di Daniza insegna che di questi qui non ci si può fidare“. AIDAA ha confermato di aver inviato alla procura di Trento la denuncia contro il settantenne che lo scorso 22 luglio aggredì l’orsa a colpi di bastone e il presidente chiede a gran voce di essere sentito in tempi rapidi: “Voglio che mi interroghino in tempi rapidi – conclude Croce – per poter dare le informazioni in mio possesso al fine di scagionare definitivamente l’orsa accusata ingiustamente di aver aggredito una persona che voleva prenderla a bastonate dopo aver invaso il suo territori.